Tu sei qui

Guida alle citazioni

 

Tutte le volte che si utilizza un documento (un articolo, un libro o un sito web) per redigere un proprio lavoro, è necessario citarlo in maniera appropriata. Citare serve a rispettare la proprietà intellettuale di altri autori, evitando il plagio e permettendo a chi legge di confrontare e recuperare la fonte originale su cui si basano le nostre ricerche o idee.

Le citazioni, generalmente, sono composte da due elementi:

  • citazione nella nota nel testo (sistema autore/data o note a pié di pagina);
  • citazione nella sezione dedicata alla bibliografia alla fine del testo.

Tutte le tipologie di citazione hanno degli elementi ben precisi che devono essere riportati, sia a seconda del formato della fonte (libro, articolo, sito web, ecc.) sia a seconda dello stile citazionale scelto.

In questa breve guida, riportiamo degli esempi di citazione per ciascuna tipologia di fonte, per i tre stili più utilizzati in campo accademico.

Esistono anche software di gestione per le bibliografie, che permettono di importare e organizzare le citazioni bibliografiche e addirittura anche gli articoli in pdf che vengono scaricati da banche dati online.

Alcuni di questi sono:

  • Mendeley: è sia un gestionale per le citazioni bibliografiche, sia un social network per la ricerca. Mendeley è composto da una versione online e una versione desktop da scaricare, sincronizzate.
  • Zotero: software open source che raccoglie e organizzare i riferimenti bibliografici da pagine web e costruisce bibliografie secondo diversi stili citazionali. Anche Zotero necessità di un download che può essere accompagnato anche da un’estensione di Chrome per la “cattura” delle fonti online.
  • EndNote basic: programma di gestione delle citazioni bibliografiche accessibile via web, previa registrazione.

 

Altri strumenti:

 

AllegatoDimensione
PDF icon Citation Guide600.58 KB